"Palazzo San Gervasio" - Google News

Basilicata, la vita dei migranti impiegati nei campi - Lettera43 (ven, 31 ott 2014)
>> leggi di più

Lavori in corso, riapre la Guantanamo italiana? - La Repubblica (mar, 23 set 2014)
>> leggi di più

MIGRANTI: LA CRI GESTIRA' IL CAMPO DI ACCOGLIENZA DI ... - Giornale della Protezione civile (gio, 04 set 2014)
>> leggi di più

Palazzo San Gervasio: consegnato al Comune l'ex tabacchificio - Oltre Free Press (mer, 13 ago 2014)
>> leggi di più

Accoglienza migranti, incontro task force Regione-Caritas - La Prima Pagina (sab, 15 nov 2014)
>> leggi di più

dom

02

mar

2014

Unitarietà all'assemblea di circolo: Mario Casazzo riconfermato segretario

Alla luce dell'assemblea degli iscritti, tenutasi in data 1 marzo 2014, è stato riconfermato unitariamente come segretario Mario Casazzo. 

 

I nostri migliori auguri a Mario per questo brillante risulato e di continuare con l'entusiasmo che lo caratterizza.

 

 

 

 

 

0 Commenti

sab

01

mar

2014

Assemblea di Circolo

Ricordiamo a tutti gli iscritti che in data odierna è convocata l’Assemblea di Circolo per l’elezione del Segretario e del Direttivo di Circolo, alle ore 16:00 in prima convocazione e alle ore 17:00 in seconda convocazione.

 

PROGRAMMA DEI LAVORI

 

 

  1. Costituzione Presidenza;
  2. Presentazione delle candidature a Segretario di Circolo;
  3. Presentazione linee politiche-organizzative alle candidature a segretario di Circolo;
  4. Inizio votazioni: ore 18:00
  5. Fine votazioni: ore 21:00
  6. Scrutinio

Cordiali saluti.

 

Il segretario di Circolo

Mario Casazzo

Assemblea di Circolo
comunicato.pdf
Documento Adobe Acrobat [371.2 KB]
Download
0 Commenti

gio

20

feb

2014

Assemblea degli iscritti: 23 Febbraio 2014

Tutti gli iscritti al circolo cittadino del Partito Democratico sono convocati per l'ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI domenica 23 Febbraio 2014.

 

In prima convocazione ore 16:00, in seconda convocazione ore 17.

 

Cordialmente,

 

Il segretario

Mario Casazzo

0 Commenti

lun

27

gen

2014

Incontro 26 gennaio 2014: Impianto solare termodinamico

Nella serata del 26 gennaio ’14 si è tenuto a Palazzo San Gervasio un incontro dibattito  con oggetto di discussione  “’Impianto Solare Termodinamico nei territori di Banzi, Genzano di Lucania e Palazzo San Gervasio” organizzata dal circolo del PD di Palazzo San Gervasio.

All’incontro erano invitati  i rappresentanti dei circoli del PD di Acerenza, Banzi,  Forenza, Genzano di Lucania, Lavello, Maschito, Montemilone, Palazzo San Gervasio, Spinazzola e Venosa, il Sindaco di Palazzo S.G. Michele Mastro, il Consigliere Provinciale Raffaella Piarulli e il Consigliere Regionale Carmine Miranda Castelgrande.

Erano presenti i rappresentanti dei circoli di  Genzano di Lucania, Montemilone, Palazzo San Gervasio, Spinazzola e Venosa, il Sindaco di Palazzo S.G. Michele Mastro, il Consigliere Provinciale Raffaella Piarulli e il  Consigliere Regionale Carmine Miranda Castelgrande.

Dopo ampio dibattito, è stato stilato un documento sottoscritto dai rappresentanti dei circoli del PD di  Genzano di Lucania, Montemilone, Palazzo San Gervasio, Spinazzola e Venosa e consegnato al Consigliere Regionale Castelgrande che illustrerà al Consiglio Regionale e al Presidente della Regione dott. Marcello Pittella, quanto scaturito dalla assemblea.

 

IL PD E’ CONTRARIO

 

ALLA REALIZZAZIONE DELL’IMPIANTO SOLARE TERMODINAMICO DELLA POTENZA DI 50 MW CHE LA TEKNOSOLAR ITALIA 2  INTENDE REALIZZARE IN AGRO DI BANZI MA CHE DI FATTO E' AL CONFINE CON LA ZONA INDUSTRIALE DI PALAZZO SAN GERVASIO. QUEST' ULTIMA, COME NOTO, E' GIA’ PARZIALMENTE UTILIZZATA ED È' IN ULTERIORE ESPANSIONE SORGENDO IN PROSSIMITA’ DELLE ABITAZIONI DEI CITTADINI DI PALAZZO SAN GERVASIO,

 

PER I SEGUENTI MOTIVI:

 

1.   Potenziali rischi per la salute dei cittadini dovuti all’utilizzo di materiali pericolosi e da emissioni nocive derivanti dalla combustione di idrocarburi che dovrebbero permettere all’impianto di funzionare 24 ore al giorno ininterrottamente;

2.   Impianto ad alto rischio incendio poiché esso rientra nella Direttiva Seveso, tanto che le popolazioni circostanti dovranno essere addestrate ad un piano di evacuazione così' come previsto dalle norme racchiuse in tale direttiva;

3.   Conseguenze sull'ambiente circostante poiché potrebbe cambiare il microclima della zona con un possibile e significativo aumento della temperatura, perdita della permeabilità del suolo, disequilibri idrogeologici, fenomeni alluvionali di erosione, desertificazione e impoverimento delle attività agricole, forestali e faunistiche;

4.   Impatto ambientale, stravolgimento morfologico della vallata;

5.   Sottrazione di circa 250 ettari di terreno in una zona altamente fertile ed irrigua;

6.   Tale area è attualmente oggetto di un progetto di irrigazione in corso di esecuzione (dopo trent'anni d'attesa).

7.   Nelle zone agricole "E" degli strumenti urbanistici comunali possono essere autorizzati soltanto interventi relativi ad attività agricole e/o strettamente connesse (si veda per tutti Cass. pen., sez. III, 9 marzo 2012, n. 9369), non certo attività di produzione energetica di tipo industriale come quella in progetto;

8.   La stessa Enea, l’Agenzia per le nuove tecnologie e l’energia che ha sviluppato il solare termodinamico, raccomanda di installare centrali di questo tipo in aree industriali dismesse, in zone desertiche o addirittura nelle discariche esauste.

 

Inoltre visto

 

·      Che, secondo i dati dell'Istat, in Italia la quota di territorio con copertura artificiale è pari al 7,3% del totale a fronte di una media europea del 4,3%, mentre si perdono oltre 40 ettari di suolo naturale al giorno, nonostante l'Istituto per la finanza e l'economia locale stimi un patrimonio di 130 milioni di metri quadri di superficie dismessa;

·      Che, secondo l'Ispra(Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale), in Italia si consumano 8 metri quadri al secondo di terreno agricolo;

·      Che Ermete Realacci presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, responsabile green economy del Pd e depositario della proposta di legge 'Norme per il contenimento dell'uso di suolo e la rigenerazione urbana, è del parere che mettere un freno alla cementificazione è una priorità per un Paese dal territorio fragile come l'Italia, e a fronte di questi dati, "continuare ad alimentare la cementificazione e l'impermeabilizzazione del territorio, significherebbe fare scempio del nostro paesaggio e della sua bellezza. Non solo, ma significherebbe rendere ancor più fragile dal punto di vista idrogeologico il nostro territorio nazionale;

·      Che in data 13 dicembre 2013 il Consiglio dei ministri ha approvato un disegno di legge per il contenimento del consumo del suolo ed il riuso di quello edificato. L'intervento normativo è finalizzato alla valorizzazione delle aree non edificate, alla promozione dell'attività agricola che sullo stesso si svolge o potrebbe svolgersi, nonché alla valorizzazione del suolo come risorsa da tutelare anche ai fini di mitigazione e prevenzione del rischio idrogeologico.

·      Che la salvaguardia della destinazione agricola dei suoli e la conservazione della relativa vocazione naturalistica rappresentano alcuni degli obiettivi di primaria importanza del disegno di legge per il contenimento del consumo del suolo e il riuso del suolo edificato, infatti, soprattutto alla luce dei dati statistici acquisiti, dai quali risulta la progressiva cementificazione della superficie agricola nazionale.

·      Che il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando(PD), ha spiegato al termine del Cdm, con l’approvazione del disegno di legge c’è una "svolta", un "paletto importantissimo", una "inversione di tendenza rispetto al fatto che spesso in questi anni le varie contraddizioni presenti si sono riversate sul consumo indiscriminato del suolo".

·      Che c’è stato il parere negativo della Sovrintendenza …..

·      Che per i terreni interessati dall’impianto, è stato emesso un contributo, con fondi pubblici, per la realizzazione dello schema idrico, quindi così come prevede il disegno di legge per il contenimento del consumo del suolo e il riuso del suolo edificato, non si può cambiare la destinazione d’uso dei terreni.

·      Che i proprietari dei terreni interessati dall’impianto non sono disponibili, a nessun titolo a cedere i propri terreni per la realizzazione dello stesso;

·      Che le popolazioni limitrofe hanno dato il loro diniego per la realizzazione dell’impianto;

 

Chiede

 

Alla Regione Basilicata di RIGETTARE l’Autorizzazione Unica relativa al mega impianto del Solare Termodinamico da ubicarsi nel Comune di Banzi ma a ridosso dell’abitato di Palazzo San Gervasio

E

La modifica delle norme relative al PIANO ENERGETICO REGIONALE.

 

0 Commenti

gio

07

feb

2013

Assemblea degli Iscritti: 10 febbraio 2013

Il 10 febbraio 2013 presso la sede del Circolo PD di Palazzo San Gervasio si terrà l'Assemblea degli Iscritti. Prima convocazione alle ore 17.00, seconda convocazione alle ore 18.30.

 

0 Commenti

dom

19

ago

2012

AFFINCHÉ I CITTADINI SAPPIANO…

AFFINCHÉ I CITTADINI SAPPIANO…
…che quanto sostenuto dal gruppo appartenente all’UDC, relativamente alle critiche mosse alla NUOVA AMMINISTRAZIONE COMUNALE, è destituito di ogni fondamento.
1)L’IMU applicata è esattamente quella di base stabilita dallo Stato; le casse comunali (ahinoi!) non sono in buona salute (non per colpa degli attuali amministratori, bensì di chi li ha preceduti) e non hanno consentito una riduzione oltre le più ottimistiche previsioni fatte dall’amministrazione comunale. Talune riduzioni saranno effettuate allorquando queste saranno possibili.
2)Gli incauti e smemorati “censori” dimenticano che, proprio loro, quando ricoprivano la carica di amministratori, usavano, (eccome!) il telefono cellulare e le spese iscritte nei loro bilanci ne sono la prova.
3)In relazione alla contestazione sulle indennità di carica (come promesso in campagna elettorale è nella volontà dell’amministrazione la riduzione dei “costi della politica”) è giusto ricordare che nel nuovo bilancio di previsione, approvato in data 11 u.s., i costi di tali emolumenti diminuiranno di ben 15 mila euro rispetto al recente passato, quando essi venivano erogati a mo’ di stipendio per un amministratore ed a mo’ di pensione sussidiaria per un altro! 
4)Quanto al Nucleo di Valutazione (OIV), la nuova Pubblica Amministrazione è abituata al rispetto delle regole; per questo motivo il nucleo di valutazione sarà ripristinato, così come prevede la legge, non essendo possibile che tale adempimento venga affidato al Segretario Comunale. 
5)Inoltre, seppur nel manifesto a firma dell’UDC siano anche contenute frasi degne di una querela, questa Amministrazione Comunale non adirà le vie giudiziali; contrariamente a quanto ha fatto un “Futuro (?) per Palazzo” che con i propri ricorsi (Tar e Consiglio di Stato) sta facendo sborsare alla collettività palazzese una considerevole somma di denaro. 
Alla POLITICA si RISPONDE con l’AZIONE POLITICA, non con le OFFESE ed i RICORSI ai TRIBUNALI!!!

L’Amministrazione Comunale

AFFINCHÉ I CITTADINI SAPPIANO….pdf
Documento Adobe Acrobat [53.9 KB]
Download
0 Commenti

ven

01

giu

2012

Mario Casazzo è il nuovo segretario del PD di Palazzo San Gervasio

Nella giornata di ieri il direttivo del circolo PD di Palazzo San Gervasio ha scelto il suo nuovo segretario cittadino nella persona di Mario Casazzo. Alla carica di Vice Segretario Rossella Cristiani.

 

0 Commenti

sab

26

mag

2012

Convocazione Direttivo: 31 Maggio 2012

0 Commenti

lun

19

mar

2012

Comunicato Stampa

“E’ Michele Mastro il candidato a sindaco proposto dal Partito democratico di Palazzo San Gervasio per le Amministrative 2012. Mastro, raccoglie, oltre alla maggioranza che lo ha sempre sostenuto anche la presa d’atto di una minoranza all’interno del direttivo e del partito. Il tutto è stato deliberato dopo una ampia discussione, partecipazione e programmazione unanime, attraverso il Direttivo locale e l’Assemblea degli Iscritti”

“Un percorso politico frutto di una nuova visione fatta dalla classe politica locale, per poter esprimere al meglio le capacità e le possibilità che il Pd di Palazzo metterà in campo per il 6/7 maggio. Ed una grande proposizione nel dare un indirizzo forte al cambiamento radicale ed alla soluzione dei problemi che attanagliano i cittadini palazzesi.
I passaggi successivi all’investitura, saranno quelli di raccogliere al fianco del progetto del Pd, anche un’ampia coalizione di valori e uomini, che possano svoltare le sorti di Palazzo.

Il Pd  lo farà senza nessuna preclusione e preconcetto, auspicando l’unione delle forze politiche e sociali locali che si richiamano al centro sinistra”.

1 Commenti

sab

10

mar

2012

ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI: 16 MARZO 2012

0 Commenti

dom

22

gen

2012

TESSERAMENTO 2012

0 Commenti

mar

20

dic

2011

La sezione PD di Palazzo San Gervasio augura a tutti...

SCARICA IMMAGINE AD ALTA QUALITA'
buone feste.jpg
Formato JPG [2.2 MB]
Download
0 Commenti

mar

29

nov

2011

ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI. Domenica 4 dicembre 2011, ore 17.00. Sede Circolo PD di Palazzo San Gervasio

Domenica 4 dicembre 2011,

presso la Sede Circolo PD di Palazzo San Gervasio

si terrà l'ASSEMBLEA DEGLI ISCRITTI.

Prima convocazione: ore 16.00

Seconda convocazione: ore 17.00

Ordine del giorno:

1. Comunicazioni

2. Ratifica del Presidente dell'Assemblea degli iscritti

3. Informativa del Direttivo in merito a: Commissione di Garanzia e Comitato Elettorale

4. Linee programmatiche del Circolo. Ipotesi e proposte

5. Varie ed eventuali

 

Il Segretario del Circolo PD

Antonio Di Bari

0 Commenti

dom

13

nov

2011

DISCORSO NAPOLITANO

1 Commenti

mer

02

nov

2011

Ricostruzione in nome del popolo italiano: MANIFESTAZIONE NAZIONALE 5 NOVEMBRE 2011

Per la manifestazione nazionale del 5 novembre è stato organizzato un pullman con partenza da Palazzo San Gervasio. Per maggiori informazioni non esitate a contattarci.

0 Commenti

mar

01

nov

2011

"Una domanda emozionale a ..."

0 Commenti

lun

10

ott

2011

ENERGIA RINNOVABILE: IL FUTURO? incontro con il Sen. BUBBICO

3 Commenti

ven

30

set

2011

Consiglio Comunale del 1 ottobre 2011 VOTA NO APPROVAZIONE REGOLAMENTO URBANISTICO

0 Commenti

mer

07

set

2011

LE MODALITA’ DI GESTIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA A PALAZZO SAN GERVASIO

Facendo seguito all’incontro intitolato “Politiche ambientali e Raccolta differenziata nei comuni dell’Alto Bradano” del 10.01.2011, il Circolo locale del PD incontra il Commissario della Comunità Montana Alto Bradano, ing. Antonio Anatrone per chiarimenti e osservazioni sul tema in oggetto.

 

La cittadinanza è invitata

0 Commenti

ven

22

lug

2011

Una domanda emozionale a .............

0 Commenti

dom

19

giu

2011

Mai più in catene!!!

0 Commenti

mar

14

giu

2011

Referendum 12-13 Giugno 2011: COMUNE DI PALAZZO SAN GERVASIO

Scheda numero 1: SERVIZI PUBBLICI LOCALI

sezioni pervenute: 5/5

percentuale votanti: 43,23 %

schede bianche: 18

schede nulle: 14

schede contestate: 0  

votanti: 1684  

Si: 1589 (96,19%) No: 60 (3,81%)        

 

Scheda numero 2: TARIFFA SERVIZIO IDRICO

sezioni pervenute: 5/5  

percentuale votanti: 43,23 %

schede bianche: 15

schede nulle: 11

schede contestate: 0  

votanti: 1684  

Si: 1608 (96,98%) No: 50 (3,02%)      

 

Scheda numero 3: ENERGIA ELETTRICA NUCLEARE

sezioni pervenute: 5/5  

percentuale votanti: 43,23 %

schede bianche: 10

schede nulle: 12

schede contestate: 0  

votanti: 1684  

Si: 1605 (96,57%) No: 57 (3,43%)       

 

Scheda numero 4: LEGITTIMO IMPEDIMENTO

sezioni pervenute: 5/5  

percentuale votanti: 43,23 %

schede bianche: 16

schede nulle: 10

schede contestate: 0  

votanti: 1684  

Si: 1592 (96,02%) No: 66 (3,98%)

0 Commenti

ven

03

giu

2011

L'Acqua un bene comune!

0 Commenti

dom

29

mag

2011

27 Maggio: Avvenuto incontro con l'On. Gianni PITTELLA (Vice Presidente Parlamento Europeo) e Marcello PITTELLA (Vice Segretario Regionale PD Basilicata)

Venerdì 27 nel tardo pomeriggio, il Vicepresidente del Parlamento EUROPEO On. Gianni PITTELLA ed il Vicesegretario del PD Regionale Marcello PITTELLA hanno incontrato gli iscritti del Circolo del Partito Democratico e la cittadinanza di Palazzo San Gervasio

0 Commenti

ven

20

mag

2011

REFERENDUM 12-13 GIUGNO 2011: 4 SI

Locandina Referendum
pd.jpg
Formato JPG [535.8 KB]
Download
0 Commenti

mar

03

mag

2011

Palazzo San Gervasio: Centro di Accoglienza o Detenzione?

Locandina
locandina.jpg
Formato JPG [1.8 MB]
Download
0 Commenti

mar

03

mag

2011

I nostri primi 100 giorni

Le azioni del nostro Circolo nei primi 100 giorni del nuovo Direttivo
Le azioni del nostro Circolo nei primi 100 giorni del nuovo Direttivo

gio

28

apr

2011

Regolamento Urbanistico

Così come preannunziato, al fine di apportare il proprio contributo alla formazione del nuovo strumento Urbanistico del Comune di Palazzo San Gervasio sono state consegnate all’Ufficio Protocollo ed indirizzate al Sindaco del Comune di Palazzo San Gervasio le Osservazioni al Regolamento Urbanistico Comunale L. n°23/1999 e succ. mod e inte. adottato con delibera di C.C.n°16 del 08/02/2011. L’iter si è concluso a seguito dei numerosi incontri svoltisi fra diversi attori sociali e voluti dalla segreteria del P.D. fra cui quello in data 26 Marzo p/o circolo P.D. che ha visto la partecipazione del Presidente degli A.P.P.C. di Potenza arch. Michele GRAZIADEI, dei tecnici e delle imprese di Palazzo San Gervasio ed infine l’incontro tenuto p/o sala Consiliare in data 11 Aprile con la presenza dell’Assessorato all’Urbanistica geom. Giovanni BARBUZZI del Comune di Palazzo San Gervasio, del Responsabile dell’U.T. arch. Carlo DI VITO e dell’ing. Giuseppe LAGUARDIA in rappresentanza dei tecnici redattori del Regolamento di alcuni tecnici locali, dell’arch. Bernardo BRUNO (Vicesegretario Circolo PD), di componenti della Direzione del P.D. e della cittadinanza. Le osservazioni hanno riguardato aspetti inerenti il Centro Storico, l’ambito Periurbano, il Territorio aperto, le aree a trasformabilità limitata, le aree AP1-AP2-AP, le aree cimiteriali, le ex aree a.4.3 ed infine i vincoli idrogeologici.
Ora tocca al Consiglio Comunale discuterne in sede di approvazione del Regolamento Urbanistico Comunale.



Ufficio Stampa
Circolo PD Palazzo San Gervasio

0 Commenti

gio

14

apr

2011

Morte del padre del Presidente De Filippo - Cordoglio del Circolo PD di Palazzo San Gervasio

Il Circolo del Partito Democratico di Palazzo San Gervasio partecipa al dolore che ha colpito il Presidente della Giunta Regionale, Vito De Filippo per la scomparsa del caro padre.

 

Il Circolo del PD di Palazzo San Gervasio (PZ)

0 Commenti

mer

13

apr

2011

le Osservazioni al Regolamento Urbanistico Comunale L. n°23/1999 e succ. mod e inte. adottato con delibera di C.C.n°16 del 08

Così come preannunziato, al fine di apportare il proprio contributo alla formazione del nuovo strumento Urbanistico del Comune di Palazzo San Gervasio  sono state consegnate all’Ufficio Protocollo ed indirizzate al Sindaco del Comune di Palazzo San Gervasio le Osservazioni al Regolamento Urbanistico  Comunale   L. n°23/1999 e succ. mod e inte. adottato con delibera di C.C.n°16 del 08/02/2011. L’iter si è concluso a seguito dei numerosi incontri svoltisi fra diversi attori sociali e voluti dalla segreteria del P.D. fra cui quello in data 26 Marzo p/o circolo P.D. che ha visto la partecipazione del Presidente degli A.P.P.C. di Potenza arch. Michele GRAZIADEI, dei tecnici e delle imprese di Palazzo San Gervasio ed infine l’incontro tenuto p/o sala Consiliare in data 11 Aprile con la presenza dell’Assessorato all’Urbanistica geom. Giovanni BARBUZZI del Comune di Palazzo San Gervasio, del Responsabile dell’U.T. arch. Carlo DI VITO e dell’ing. Giuseppe LAGUARDIA in rappresentanza dei tecnici redattori del Regolamento di alcuni tecnici locali, dell’arch. Bernardo BRUNO (Vicesegretario Circolo PD), di componenti della Direzione del P.D. e della cittadinanza. Le osservazioni hanno riguardato aspetti inerenti il Centro Storico,l’ambito Periurbano, il Territorio aperto, le aree a trasformabilità limitata, le aree AP1-AP2-AP, le aree cimiteriali, le ex aree a.4.3 ed infine i vincoli idrogeologici.

0 Commenti

mer

06

apr

2011

Incontro con il Segretario Regionale di Basilicata del Partito Democratico, Roberto Speranza del 5 aprile 2011 tenutosi presso il Circolo del PD di Palazzo San

“Voi non siete soli. Noi ci sentiamo cittadini di questa comunità”

Al cospetto di numerosi iscritti del Circolo del Partito Democratico di Palazzo San Gervasio e dei paesi limitrofi, il Segretario Regionale del PD, Roberto Speranza, ha concluso con queste parole il proprio illuminante intervento rassicurando la comunità palazzese sulla presenza delle istituzioni nella delicata gestione dell’emergenza profughi.

In una serata di pioggia, che ha peggiorato le condizioni di permanenza degli occupanti del Centro di Accoglienza di Palazzo, Roberto Speranza, alla presenza dell’On. Roberto Guerzoni, il Segretario Provinciale del PD di Matera, Pasquale Bellitti, il Segretario Regionale dei Giovani Democratici, Giovanni Casaletto, ha voluto incontrare gli amici del Partito, il Comitato cittadino e la Comunità palazzese per raccogliere le poche informazioni che provengono dal Campo e verificare l’impatto che l’evento ha prodotto sulla società.

Dal dibattito sono emerse le criticità derivanti da una gestione politica dell’emergenza che ha estromesso la concertazione con gli Enti locali e che ha attestato la responsabilità delle operazioni direttamente al Ministero dell’Interno. I cittadini, ribadendo l’umanità del popolo palazzese e  l’assoluta assenza di episodi di razzismo in una storia di diversi decenni nei quali si è registrata la presenza  massiccia di extracomunitari che hanno aiutato l’economia locale con la raccolta del pomodoro, hanno chiesto che venga fatta pressione sulle autorità competenti affinché vengano garantite le condizioni minime di vivibilità dei profughi e il controllo dell’ordine pubblico.

Particolarmente interessante è stato l’intervento dell’on. Guerzoni che, dopo aver fatto un excursus  politico sull’emergenza profughi - nel quale ha evidenziato le responsabilità nazionali e internazionali, ha sottolineato negativamente gli episodi con i quali non è stata data la possibilità a membri del Parlamento di poter verificare le condizioni di vita dei profughi. Al termine del dibattito, il Segretario Regionale, dopo aver ascoltato gli innumerevoli interventi ha concluso esponendo, in maniera minuziosa, il Piano Nazionale del PD per l’emergenza profughi. In particolare egli, dopo aver sottolineato e ringraziato la Comunità palazzese  per le straordinarie capacità di accoglienza degli immigrati, ha posto l’accento sui tre punti fondamentali di intervento:

  1. impegnare il Governo a stipulare un accordo con la Tunisia che freni gli arrivi e preveda un piano di rientro per gli sfollati;
  2. favorire la concessione di un mini-permesso di soggiorno che consenta la circolazione europea per tutto il tempo necessario a riorganizzare il rimpatrio onde evitare problemi di allarme sociale;
  3. organizzare l’accoglienza in modo diffuso, su tutto il territorio Nazionale, in accordo con le istituzioni territoriali, le associazioni di volontariato e la Protezione Civile evitando l’utilizzo di strutture precarie quali possono essere le tendopoli.

Al termine dell’incontro il Segretario del Circolo di Palazzo San Gervasio, Antonio Di Bari, nel ringraziare Roberto Speranza e le autorevoli personalità intervenute, ha rinnovato l’invito alla solidarietà e ha auspicato che i problemi emersi possano avere, anche grazie alla vicinanza delle autorità, una rapida e adeguata soluzione.

 

Palazzo San Gervasio, 5 aprile 2011

Comunicato PD - Incontro Speranza
Comunicato PD Speranza.pdf
Documento Adobe Acrobat [87.7 KB]
Download
0 Commenti

dom

03

apr

2011

AGGIORNAMENTO EMERGENZA MIGRANTI

L’emergenza umanitaria, che ha investito la Comunità Palazzese, ha già avuto una pronta risposta delle Istituzioni territoriali nella persona di Attilio Martorano, Assessore alla Sanità e alla Sicurezza Sociale della Regione Basilicata. Egli, con grande disponibilità e sensibilità, ha aderito al Comitato Cittadino sull’emergenza profughi, costituitosi  a seguito della Riunione pubblica organizzata dal Circolo del PD di Palazzo San Gervasio. Martorano ha voluto personalmente conoscere e partecipare la vicinanza della Regione ai cittadini palazzesi. Infatti,  l’Assessore, assieme al Commissario della ex Comunità Montana Alto Bradano, Antonio Anatrone, al Direttore Amministrativo dell’ASP  ha prima visitato, capillarmente, tenda per tenda, il campo di accoglienza e parlato con i responsabili dei vari settori di allestimento (Forze dell’ordine, Protezione civile, Vigili del fuoco e rappresentanti delle varie associazioni di volontariato presenti), poi in un incontro aperto a tutti, ha voluto interloquire con il Sindaco e l’Amministrazione. Successivamente presso la sede del Comitato Cittadino, in un confronto franco con i componenti dello stesso, i cittadini presenti e i rappresentanti della varie forze politiche intervenute sono emerse le possibili criticità e i dubbi derivanti da una assoluta carenza di informazioni da parte del Governo Centrale. L’Assessore ha ribadito che le azioni poste in essere dal Governo non sono state affatto condivise con le Istituzioni regionali e, stigmatizzando le suddette modalità, ha comunque assicurato la pronta operatività delle strutture sanitarie presenti sul territorio. Dal dibattito è altresì emersa l’esigenza di valutare le conseguenze derivanti dall’avvento dei lavoratori stagionali  al fine di ricercare le migliori soluzioni onde evitare ulteriori problemi. Martorano, riconoscendo l’importanza del ruolo che verrà assunto dal Comitato Cittadino riguardante il recepimento di informazioni sulle modalità di accoglienza, monitoraggio e valutazioni di  impatto sociale che tale evento avrà sulla collettività, si è impegnato ad avere un fitto scambio di informazioni con l’Istituzione Comunale e con la cittadinanza tutta tramite il detto Comitato.

A conferma dell’impegno assunto dall’Assessore Martorano ieri 2 aprile è stato istituita una postazione del 118 dedicata ai profughi.

Aggiornamento emergenza migranti PD PSG.
Documento Adobe Acrobat [145.6 KB]
Download
0 Commenti

ven

11

mar

2011

INCONTRO TECNICO - OSSERVAZIONI AL REGOLAMENTO URBANISTICO

Sabato 26 Marzo ore 16 presso il Circolo PD di Palazzo San Gervasio: Osservazioni al regolamento urbanistico L.R. n°23/99, Comune di Palazzo San Gervasio.

 

Sono invitati i tecnici e le imprese di Palazzo San Gervasio

 

Parteciperanno rappresentanti Regionali e Provinciali degli Ordini A.P.P.C. - Ingegneri - Geometri - Geologi - I.N.U

 

L'incontro è finalizzato ad una discussione sul programma di sviluppo territoriale ed urbano connesso al nuovo strumento urbanistico ed all'elaborazione di osservazioni da presentare entro il 18 Aprile 2011. Questo primo incontro è rivolto a tutti i tecnici ed imprese di Palazzo San Gervasio. 

 

Successivamente a tale data vi sarà un altro incontro rivolto alla cittadinanza.

 

 

Mappa
Mappa PU.jpg
Formato JPG [781.0 KB]
Download
1 Commenti

mer

09

mar

2011

Difendiamo la costituzione: La Repubblica siamo noi!

Il 12 marzo tutti in piazza col tricolore e la costituzione: il programma e gli ospiti

da Articolo 21: Sul palco della manifestazione dedicata alla Costituzione organizzata per sabato 12 marzo alle 14 a Roma, saliranno artisti, costituzionalisti, attori e musicisti. Da Ottavia Piccolo a Monica Guerritore, da Ascanio Celestini alla grande orchestra che intonerà, insieme ad un coro di centinaia di persone, il Dies Irae di Mozart ed il Va pensiero di Verdi dal Nabucco. Poi Roberto Vecchioni, un genitore della scuola di Adro, rappresentanze del popolo libico,Roberto Natale, il Costituzionalista Alessaandro Pace, il mondo della scuola, Francesco Baccini, Daniele Silvestri e tanti altri ancora, compresa un’orchestra del tutto straordinaria composta da elementi provenienti da tutto il mondo.

Aprirà il corteo un gigantesco tricolore di 200 metri quadrati ed uno striscione che dirà che la costituzione è viva. A condurre il palco Santo della Volpe insieme ad altre giornaliste e giornalisti.

80 e più piazze in Italia, tra cui quella di Milano con Dario Fo e Franca Rame, Vincenzo Consolo e Nando Dalla Chiesa. Ma presidi anche in tutto il mondo: da New York a Londra, da Barcellona a Praga, da Edimburgo a Madrid.

Oggi il Comitato a Difesa della Costituzione, che mette insieme oltre 100 sigle tra partiti, movimenti e associazioni, ha presentato il programma ed ha lanciato una sfida agli italiani che amano la costituzione: “paghiamoci noi la manifestazione” ed è stata lanciata la campagna 60 ore per la Costituzione in cui si proverà a raggiungere l’obiettivo dei 60mila euro necessari per pagare palco e tutto ciò che serve all’allestimento. Tutto sui siti del c-day (costituzione day: www.cday.it) sul sito del comitato www.adifesadellacostituzione.it e su quello di Articolo 21 www.articolo21.info L’appuntamento è per le 14 di sabato 12 marzo in piazza della Repubblica, tutti muniti di un tricolore (bandiera o coccarda) e di una copia della Costituzione italiana. Da lì partirà il corteo che sarà accolto a alla piazza del Popolo dall’Inno di Mameli.

Tanti gli esponenti politici che hanno aderito all’iniziativa, da Pierluigi Bersani a Nichi Vedola, passando per parlamentari non solo di sinistra come Angela Napoli e Fabio Granata di FLI, Bruno Tabacci, Pino Pisicchio di API. Ma ad aderire anche chi in Parlamento non è più, come la Federazione della Sinistra.

“La Costituzione è di tante donne e di tanti uomini, molti dei quali non sono di sinistra, sono moderati – ha spiegato Giuseppe Giulietti, portavoce di Articolo 21 e del Comitato – altri credono in una destra repubblicana ma tutti uniti non accettano l’idea che nessuno, neanche questo presidente del Consiglio possa colpire la Costituzione, i poteri di controllo e imbavagliare la pubblica opinione. Ci sembra giusto che si senta la voce di chi non vuole essere imbavagliato”.

Vogliamo scattare una foto che non sia “la foto di famiglia della sinistra italiana ma di uno schieramento inedito, trasversale”.

 

fonte: www.adifesadellacostituzione.it 

0 Commenti

mar

08

mar

2011

8 Marzo: Giornata internazionale della Donna

È ormai tradizione che l’8 marzo si celebri la “Giornata internazionale della donna o Festa della donna“, eppure moltissime sono, ancora oggi, le donne che non si riconoscono in questa tradizione. Per alcune, infatti, questa giornata rappresenta solo una concessione straordinaria di libertà in una quotidianità repressiva, se poi si considera la concomitanza per il 2011 con il Carnevale, il parallelismo è bell’ e servito.
Quest’anno grazie alla eco della manifestazione “Se non ora quando?”, dello spezzone critico degli “Ombrellini rossi” e dei movimenti di donne, assieme al rinnovato interesse dei media per le questioni di genere, la Giornata internazionale della donna assume un significato nuovo, che però si collega perfettamente alla sua vera origine.

 

La storia della Giornata internazionale della donna.

 

La  storia di questa importante giornata è alquanto complessa e dibattuta, Marisa Ombra membro dell’UDI, Unione Donne in Italia e Grande Ufficiale della Repubblica, pubblicò nel 1987 assieme a Tilde Capomazza il primo libro sulla storia dell’8 marzo intitolato appunto: ”Storie, miti e riti della giornata internazionale della donna” per la casa editrice Utopia, facendo chiarezza sull’origine della celebrazione che non va fatta risalire né all’incendio alla fabbrica Cotton del 1908 a New York, fabbrica inesistente ed evento confuso con il vero incendio della fabbrica Trianglené del 25 marzo 1911, durante il quale morirono 146 operai, tra i quali la maggior parte però erano donne ebree e italiane immigrate; né alla repressione nel sangue dello sciopero delle operaie tessili a New York l’8 marzo 1857, anch’esso evento leggendario.
In realtà a seguito di una lunga gestazione e numerosi tentativi d’istituzione di una generica “Giornata della donna”, la Seconda Conferenza Internazionale delle donne comuniste, che si tenne a Mosca nell’ambito della Terza Internazionale, adottò la data dell’ 8 marzo per la “Giornata Internazionale dell’Operaia” in ricordo della prima manifestazione delle operaie di Vyborg, in Russia, manifestazione che diede l’avvio alla rivoluzione di febbraio, avvenuta  l’ 8 marzo del 1817 (23 febbraio per il calendario russo).
Ad introdurre la Giornata in Italia fu il Partito comunista nel 1922, ma la festa fu sospesa durante la Seconda Guerra mondiale, ed è proprio nel Secondo dopoguerra che comincia ad essere elaborato il mito delle operaie bruciate nella fabbrica, mito che trova ampio spazio sulla stampa e nell’immaginario collettivo.
La manifestazione con il nome di Giornata internazionale della donna fu reintrodotta grazie al neonato UDI, Unione Donne in Italia, l’8 marzo 1945 e dall’anno successivo venne associato ad essa il fiore della mimosa. A partire dagli anni ’70 con la nascita del Movimento femminista, l’8 marzo riprese vigore nelle rivendicazioni dei diritti delle donne e dal 1977 fu adottata come giornata simbolo anche dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite.
Una storia avvincente tra falsi storici e verità, che per certi versi presenta ancora punti oscuri, riguardanti soprattutto la circolazione delle leggende ad essa collegate, come spiega ancora Marisa Ombra in un’intervista del 2009: “Ci possono essere molte ragioni, una delle più importanti risiede nel fascino, nella potenza del mito, peccato però che il mito non impegna a niente e soprattutto nasconde la verità e la sua complessità, e per noi donne sapere che prima di noi ci sono state figure straordinarie di donne, ci sono stati movimenti che hanno affrontato la derisione, rischi, vere e proprie battaglie è molto importante, lo è per tutti evidentemente, ma per noi donne molto di più perché dalla storia siamo state espulse per secoli”. Un’origine quindi di lotta per la giustizia e partecipazione civile.

 

L’oggi.

 

Pur essendo accertata l’origine della festa della manifestazione del 1917, quest’anno molti adottano la data dell’incendio del 1911 e festeggiano il centenario della manifestazione.
Quest’anno il Parlamento europeo ha celebrato la ricorrenza con un seminario di grande attualità intitolato “Ruolo delle donne nella leadership politica, tra rappresentazione e rappresentanza”, nella consapevolezza che, se pure la presenza delle donne nella vita politica ed economica dei paesi europei non è nulla, esse raramente si trovano in posizioni apicali. In Italia le donne costituiscono il 60% dei laureati, ma solo il 47% di esse trova lavoro, e solo il 23,3% di queste laureate si trova nel management delle aziende pubbliche e private. Di fatto il nostro paese si colloca al 74° posto (preceduto da Botswana, Vietnam, Ghana e Romania) del Global Gender Gap Report del World Economic Forum, il quale misura il divario di opportunità tra donne e uomini in 134 Paesi, registrando in questo modo lo scarto tra la parità normativa e la parità sostanziale tra donne e uomini.
L’UDI, Unione donne in Italia, terminerà proprio l’8 marzo la sua campagna nazionale “Immagini amiche”, campagna nata per contrastare con una azione politica puntuale, organizzata e condivisa, le immagini lesive e gli stereotipi femminili ovunque, non solo nella pubblicità.
A Roma l’Osservatorio del Mediterraneo organizza presso il Museo di Roma in Trastevere il convegno “Da Ipazia a Rita Levi-Montalcini – Donne, Scienza e Sapere nel Mediterraneo” dove interverranno Marco Scurria, Souad Sbai e Paola Fornasiero.
Anche al Quirinale la Giornata internazionale della donna verrà celebrata con una cerimonia intitolata “150 anni: donne per un’Italia migliore” durante la quale il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, conferirà le onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana dedicate alla creatività delle donne, per mettere in evidenza il loro contributo nei diversi campi del sapere e della creatività nel nostro Paese. L’attrice Anna Bonaiuto leggerà dei brani tratti da scritti di donne che hanno partecipato al Risorgimento.

 

Mentre le donne della Resistenza verranno ricordate dall’ ANPI in numerose città italiane.

 

Il MiBAC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, anche quest’anno ha previsto l’ingresso gratuito per tutte le donne nei siti culturali statali, musei, aree archeologiche, biblioteche ed archivi, attraverso il claim “Cosa sarebbe l’arte senza le donne?”, ironicamente rappresentato nella locandina con un uomo barbuto nei panni di una dama, ci ricorda il ruolo centrale di muse ispiratrici che le donne hanno rivestito nell’arte di tutti i tempi, ma non solo le donne sono state rappresentate, esse stesse sono state  artiste di grande valore e genio come Artemisia Gentileschi, Isabella d’Este in Italia, Isabella Stewart Gardner negli Stati Uniti d’America, questo per citare solo i nomi delle più famose.

Risulta impossibile elencare tutte le manifestazioni organizzate da associazioni e collettivi nelle varie città italiane: dai concerti ai flash mob, dagli eventi teatrali ai cortei, da Torino a Catania sarà un 8 marzo all’insegna dell’impegno e dell’azione, per le donne tutte italiane e straniere, basterà uscire di casa e andare a vedere cosa succede per sentirsi parte della Giornata internazionale delle donne.

Per conoscere i siti culturali aperti gratuitamente alle donne l’otto marzo è possibile visitare il sito internet del MiBAC all’indirizzo www.beniculturali.it.

0 Commenti

dom

20

feb

2011

AUGURI ITALIA

VI PRESENTIAMO QUESTO SPLENDIDO MANIFESTO CHE POTRETE CONDIVIDERE CON I VOSTRI AMICI

1 Commenti

lun

14

feb

2011

ORA BASTA: Il PD di Palazzo San Gervasio c'è!

Anche il Circolo di Palazzo San Gervasio del Partito Democratico ha partecipato alla manifestzione ORA BASTA. Numerose partecipanti hanno firmato l’appello per le dimissioni di Berlusconi, la raccolta firme continua presso la sezione.

0 Commenti

sab

12

feb

2011

La tua firma per cambiare l'Italia

In occasione della raccolta firme per le dimissioni di Berlusconi dalla carica di Presidente del Consiglio, iniziativa del Partito Democratico, anche il circolo di Palazzo San Gervasio si mobilita. Ti aspettiamo in sezione il 13 febbraio per apporre la TUA firma! LA TUA FIRMA PER CAMBIARE L'ITALIA

0 Commenti

mer

26

gen

2011

Convegno “Donne e Violenza: La tragedia occulta” Circolo del Partito Democratico Palazzo San Gervasio, 22.01.2011

Sabato 22 gennaio 2011, a Palazzo San Gervasio, presso il locale Circolo del Partito Democratico si è tenuto un Convegno sul tema “Donne e Violenza: La tragedia occulta” organizzato dal PD di Palazzo San Gervasio, dall’Osservatorio Migranti Basilicata, da NIRVA, dall’Associazione Michele Mancino e da BasilicataVolontaria. L’introduzione è stata curata dal Vice-Segretario del Circolo Pd - Bernardo Bruno, il quale, riportando il grado di criticità del problema presente sul territorio, ha evidenziato le difficoltà nel dare delle traiettorie esaustive sulla complessa tematica della  “Violenza sulle donne”. Quindi, nello spiegare le scelte alla base dell’impostazione del dibattito, ha presentato le autorevoli relatrici, i cui interventi sono stati improntati sull’analisi del fenomeno da un punto di vista politico e sociologico e sul racconto di storie di violenze sulle donne e di tragedie familiari.

Cinzia Marroccoli, Presidente dell’Associazione Telefono Donna-Casa delle Donne “Ester Scardaccione” di Potenza, portando le testimonianze che giornalmente raccoglie, ha analizzato le dinamiche di manifestazione della suddetta violenza in ambiti familiari e lavorativi ed ha sottolineato il pericolo che fenomeni come il “mobbing” di genere e lo “stalking” possano essere sottovalutati.

Alida Castelli, Consigliera di Parità della Regione Lazio, ricordando le lotte politiche che si sono susseguite, nel corso degli ultimi cinquanta anni, per l’emancipazione della donna, ha stigmatizzato la strumentalizzazione a fini commerciali che i media fanno del mondo femminile evidenziando le negative peculiarità del fenomeno italiano. Ha inoltre ricordato le iniziative che si stanno intraprendendo affinché siano rispettate le leggi presenti nell’ordinamento giuridico italiano che permettano alle donne di assumere i posti di rilievo in ambito politico, lavorativo e sociale che competono loro.

La parte finale del Convegno ha visto protagoniste le numerose donne presenti che, prendendo spunto anche dal messaggio inviato dall’Arcivescovo di Acerenza Mons. Ricchiuti (il quale ha evidenziato “il livello bassissimo di certa cultura del nostro tempo che vede il corpo femminile come merce di scambio…”), hanno ribadito l’intento di voler continuare a combattere per l’abbattimento degli stereotipi che vedono la donna come “figlie di un Dio minore” rivendicando ruoli che prevedano l’uguaglianza con il genere maschile. Perché, la speranza di una vita migliore passa anche dall’immaginare un mondo fatto di “persone” senza discriminazioni di alcun genere.

 

Ufficio Stampa

Circolo del Partito Democratico

di Palazzo San Gervasio

 

Pubblicato su “Il Quotidiano della Basilicata” il 26 gennaio 2011

0 Commenti
Regionali, Renzi a Cosenza: "È stata terra del 'magna magna'". Tensione tra manifestanti e polizia, 4 feriti (ven, 21 nov 2014)
Chiusura della campagna elettorale per il voto di domenica. Il premier: "Non si cambia il mondo del lavoro facendo proteste e lanciando fumogeni". Anche...

>> leggi di più

Regionali, il duello è tra Renzi e Salvini Palazzo Chigi teme l'astensionismo (ven, 21 nov 2014)
Ultime battute di campagna elettorale per le regionali in Emilia-Romagna e Calabria. Renzi a Cosenza, Salvini tra Parma e Bologna. Il duello è tra loro, ed è...

>> leggi di più

Googlerank, pagerank di Google
Googlerank, pagerank di Google